giovedì 6 dicembre 2012

Dedicato ai cattivi, che poi così cattivi non son mai

Capita che ti sfugge il filo dalle mani, sentiti leggero confondendo la caduta per un volo. Basta entrare in casa per perdere il senso dell'orientamento. Ecco cos'erano tutte quelle giostre, un grosso tumulto ma nessun consiglio. Ti senti toccare dentro, un cambio di pelle\espressione, pronto – forse – a risponderti ed offrirti l'accendino. La delusione nell'aspettativa più bassa. È quello, quel dolore che non riesci a levarti di dosso. Si può vedere oltre più in fretta, da un cumulo di rottami.